Una casa e una famiglia in quel di Roma

residenza

Quando arrivai sei anni orsono, sola in una cosi grande città, con in mano solo i miei sogni e una montagna di libri, i miei genitori mi accompagnarono e di corsa andarono via perché il lavoro non permetteva loro di trattenersi. Così mi ritrovai in una residenza universitaria con più di 40 ragazze, una camera tutta mia e un mare di pagine da studiare. Ero emozionata e felice di essere entrata alla facoltà di medicina, ma allo stesso tempo ero spaventata, quasi terrorizzata. Avevo lasciato la mia casa, la mia vita e mi avventuravo in qualcosa che sembrava molto più grande di me. Ero un turbinare di paure e aspettative. Dei primi attimi che mi ritrovai al Regina Mundi, ricordo con intensità i sorrisi sinceri, carichi di affetto incondizionato delle missionarie. Mi furono poi presentate alcune matricole e alcune ragazze più grandi e così cominciò la mia avventura, con degli splendidi sorrisi. Nei miei occhi c’era ansia, paura, emozione e trepidazione, e nei loro io lessi la complicità: sapevano cosa provavo. Fin da quando entrai in collegio non mi sentii sola, sapevo che tutti mi avrebbero aiutato.

 In sei anni, sei splendidi anni, il Regina Mundi è diventato la mia casa di Roma, il posto più sicuro della terra. Un posto accogliente, dove poter sorridere, scherzare, piangere, ed essere se stessi senza paura di esserlo. 

Quando dopo un pomeriggio di studio, volevo fare due chiacchiere per distrarmi, o semplicemente incontrare uno di quei sorrisi, bastava che aprissi la porta e mi incamminassi. Qualcuno sul pianerottolo, in portineria o in biblioteca lo avrei sempre trovato pronto a stare con me anche per pochi minuti, ad ascoltarmi, a starmi vicino, a regalarmi una carezza. 

Tante ragazze sono passate dal collegio e sono andate via, ma con alcune di queste si sono instaurate delle splendide amicizie che hanno il sapore della vita. Con loro mi sento in famiglia, perché con loro non ho condiviso solo degli spazi, ma anche la mia storia, i miei sogni e anche le mie delusioni, i problemi e i fallimenti. Le missionarie del Regina Mundi, sono state delle zie per me, e anche qualcosa in più. Con loro non ho mai dovuto mentire su niente, anzi sono state sempre pronte a consigliarmi in qualsiasi congiuntura. Loro mi hanno sempre affidato alla Provvidenza, con tenerezza, pregando per i miei esami e gioendo con me quando riuscivo e consolandomi con dolcezza quando fallivo. Sapere che qualcuno pregava per me nella Santa Messa del mattino il giorno dell’esame o quando ne avevo bisogno per altri motivi, mi ha fatto vivere questi anni con serenità. 

Le feste, le gite, le recite di Natale, i karaoke, le cacce al tesoro, gli scherzi, i tornei al biliardino sono stati solo alcuni dei moltissimi momenti luminosi e felici che ho vissuto in questi sei anni, e so che resteranno nella mia memoria come i giorni più belli.

Laurearmi e finire tutto il mio percorso al Regina Mundi è stata la cosa più bella e importante. Se non ci fossero state le missionarie e le mie amiche, sarebbe stato tutto ancora più difficile. Ma loro ci sono state, mi hanno sorretto, incoraggiato e accompagnato fino all’ultimo, fin sopra lo scalino che ho dovuto salire per discutere la mia tesi. Loro sono state lì a volermi bene quando ho concluso questa mia avventura, e mi hanno incoraggiato con le lacrime agli occhi, ad iniziarne altre senza paura e con Fede. 

L’università è un’avventura spettacolare, piena di momenti bellissimi, che si imprimono nella memoria, ma è anche un periodo di passaggio decisivo, in cui si cresce, si diventa adulti sul serio, si lascia per sempre la fanciullezza. E sapere che non sono stata sola quando ho abbandonato i miei pensieri di bambina per abbracciare quelli di donna, mi fa essere grata a Dio per quello che mi ha dato, e per avermi fatto trovare una famiglia in Cristo a Roma. 

E’ proprio il caso di dirlo… 110 e Lode a Dio.

Un augurio speciale a chi inizia, e un abbraccio a tutte

Francesca Moscaritolo

StampaEmail

Logo Residenza Regina Mundi

Residenza Regina Mundi

Piazzale Aldo Moro, 9
00185 Roma
Tel. : 06 490280 - 06 4454993
Fax: 06 44340016
Email: info@residenzareginamundi.it


Powered by Frankp Web

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo